Tramec, la presentazione delle maglie per la stagione 2021/2022

Nella splendida cornice del Castello di Panzano, fortificazione eretta dalla famiglia dei Malvasia nel XVI secolo sita a Castelfranco Emilia, sono state presentate dalla Benedetto XIV le nuove divise da gara per la stagione 2021/2022.

Ad introdurre la serata il responsabile della comunicazione Enrico Atti, cui è seguito l'intervento del Presidente biancorosso Gianni Fava: «Benvenuti a tutti e grazie della vostra partecipazione. Desidero ringraziare Mario Righini, proprietario di questa stupenda proprietà per averla messa a disposizione della Benedetto XIV per questa conferenza stampa di presentazione del nuovo sponsor Banca Patrimoni Sella, nonché delle nuove divise per la prossima stagione agonistica. A tal proposito, sono felice di comunicare ufficialmente il recente ed importante rapporto di sponsorizzazione con Banca Patrimoni Sella, che ha deciso di sostenere nel suo importante ed impegnativo progetto di permanenza duratura nel secondo campionato nazionale di basket, accordo reso possibile dal rapporto di stima reciproca e amicizia con Federico Sella. Passando al lato sportivo, tra pochi giorni inizierà il secondo campionato consecutivo della Benedetto in A2, con almeno quattro delle quattordici squadre partecipanti al nostro girone costruite per il salto di categoria come Verona, Forlì, Scafati e Ferrara. Riteniamo di aver composto una squadra con un ben dosato mix di giocatori, formato da atleti esperti e da giovani considerati ottimi prospetti. La preparazione è stata condotta con il massimo impegno e concentrazione da parte di tutti, giocatori e staff tecnico, sotto la guida di Matteo Mecacci, al quale la società ha deciso di confermare la fiducia anche per la stagione 2022/2023. Anche lo staff organizzativo si è ulteriormente rinforzato con gli ingressi della nuova responsabile marketing Valentina Brunetti e del nuovo team manager Marcello Natalini. Il precampionato, caratterizzato dalla partecipazione alla Supercoppa è stato per la società fonte di grande entusiasmo, con la soddisfazione di centrare tre vittorie su tre nel girone eliminatorio contro Ferrara, Forlì e Ravenna. In seguito, siamo stati eliminati onorevolmente ai quarti di finale da Udine, corazzata costruita per vincere il campionato, complici le condizioni fisiche non ottimali di Tomassini e Moreno. Penso ci siano tutti i presupposti per fare un buon campionato e centrare i playoff e, con questo auspicio e confidando nel supporto dei nostri tifosi, la cui presenza alla Milwaukee Dinelli Arena possa essere sempre maggiore, vi ringrazio della partecipazione a questo evento».

Concluso l'intervento del numero uno della Benedetto, la palla passa a Federico Sella, Amministratore Delegato della Banca Patrimoni Sella, nuovo sponsor della società centese. «La Benedetto XIV, a mio avviso, ha un grandissimo presidente e, per me e la mia famiglia, è un privilegio questo rapporto con lui in prima persona e la sua famiglia. Io ero un giocatore di basket e, ha 22 anni, ho creato la squadra di Biella e nei nostri incontri antecedenti questa serata, lui mi ha raccontato della squadra, della città di Cento e del territorio, facendomi sentire poco alla volta a casa. Quello che mi ha convinto, oltre l'avvicinamento alla squadra, è stato il valore sociale ed economico di essa. Noi siamo a Cento da ormai undici anni, ma vorremmo restarci ancora a lungo e collaborare con una squadra di basket è un bel modo di arrivare sul territorio, ascoltare le persone e capirle. Voglio portare il mio contributo, stabilmente e continuativamente, ma la cosa più importante è la squadra, che mi auguro possa andare bene ed essere vincente».

L'A.D. della Società piemontese ha ceduto poi la parola a Graziano Gallerani, Presidente di Artec, realtà centese anch'essa a supporto della Benedetto XIV: «Artec è stata in questi anni al fianco della Benedetto, conoscendo persone di grande umiltà e con grande attaccamento a questi colori, che sono riuscite a coinvolgerci e renderci partecipi in questo processo di crescita. Da centese, conoscevo la persona di Gianni Fava, ma in questi anni ho conosciuto la sua grande umiltà ed il suo valore umano, essere suo amico per me è un orgoglio. L'impegno economico è importante, ma quello che fa la Benedetto per Cento, lo merita».

Successivamente, spazio anche ad Andrea Balboni di B.Box e Sofi Muller di Geff, i due sponsor tecnici che hanno contribuito alla realizzazione delle divise per la prossima stagione.

Balboni: «Per me è un piacere essere a questo tavolo, nell'ottava stagione al fianco della Benedetto, prima come sponsor tecnico e successivamente in collaborazione con la multinazionale spagnola Geff, che ci ha richiesto di fare la distribuzione in Italia del loro marchio. Il nostro rapporto con la Benedetto ci ha portato a delle importanti collaborazioni, ultima in ordine cronologico quella con Lega Nazionale Pallacanestro nell'allestimento dell'ultima Supercoppa, alla quale la squadra ha partecipato con grande orgoglio».

Muller: «A nome di Geff, per me essere qui, conoscere la città e la sua gente è un grande piacere. Questo è il secondo anno che collaboriamo con la Benedetto e confidiamo di poter crescere ancora al fianco di B.Box e come azienda. Credo che i nostri valori rispecchino quelli della società e sono sicura che la nostra collaborazione sarà duratura e vincente».

In chiusura la parola a chi, le divise, le ha ideate: il team manager, Marcello Natalini: «Sono onoratissimo di essere qui, nonostante io sia l'ultimo arrivato ho avuto la fortuna di essere entrato in questa famiglia. Ho avuto carta bianca per vestire la squadra, un'onorificenza in quanto la maglia è come una seconda pelle. Insieme ad Andrea (Balboni, ndr) abbiamo pensato a cosa potesse rappresentare al meglio la Benedetto e la città e, entrando quest'estate nel palazzetto per la prima volta, sono rimasto colpito da uno striscione dei tifosi che recita "a difesa della città". Un motto che vuole essere il leitmotiv di questa squadra e questa stagione, dal quale siamo partiti per l'ideazione della divisa ispirandoci al simbolo di difesa per eccellenza di Cento: la Rocca. Il concept segue questa linea, con la sua texture che ricorda l'intonaco della fortificazione dando questo aspetto in tre dimensioni, con la banda laterale che riprende la tessitura del cambio dei mattoni della Rocca. Un'idea che non solo lega la maglia e la squadra a doppio filo alla città, ma crea un'immagine dinamica e forte».

Un alacre lavoro dietro alla realizzazione della maglia della prossima stagione, che esordirà ufficialmente questa domenica alle 18 contro l'Orasì Ravenna, sfida valida per la prima giornata di campionato. La sottoscrizione dei tagliandi per la partita di questo fine settimana sarà possibile sul sito Ticketsms.it e, in alternativa, su Benedettoxiv.it, affiancata alla possibilità di acquistare l'abbonamento per l'intera stagione sportiva e garantirsi l'accesso alla Milwaukee Dinelli Arena per ogni turno casalingo dell'annata a venire.



Le avventure di Samuel 2.0: a dieci anni dall'uscita di "Non posso stare altrove", una nuova etichetta editoriale per promuovere nuove e vecchie storie del celebre calciatore, personaggio nato dalla fantasia di Marco Cevolani.




"Non posso stare altrove" il romanzo breve di Marco Cevolani fu pubblicato nell'ormai lontano 2011, in questi dieci anni da quella l'autore centese ha sviluppato diverse altre storie, come lo spin-off "Ci pensa Mattia" o la stessa casa editrice "Freccia D'oro" che prende il nome proprio dal protagonista Samuel Bertelli.

Ora lo scrittore ed editore Marco Cevolani ha pensato di riproporre alcune delle opere precedentemente pubblicate, ma anche nuove avventure, sotto un'unica etichetta editoriale "Il mondo di Samuel - Avventure e letture", quindi non solo libri da leggere e sfogliare, ma opere multimediali e iniziative culturali a tutto tondo.

L'opera prima di Marco Cevolani prende l'avvio da un contesto adolescenziale di un piccolo centro di provincia e muove attraverso i sogni e le speranze di un futuro campione che troverà nel calcio la sua realizzazione.

Troverà anche l'amicizia e l'amore, un amore vero e profondo, perfetto, che lo accompagnerà per un tratto della propria vita. L'amore per un suo compagno di giochi: Riccardo.

L'eleganza e la delicatezza dell'autore nel trattare il tema dell'omosessualità e la splendida costruzione narrativa rendono questo libro adatto anche agli adolescenti, perché prendano le distanza dall'omofobia.

Il prossimo mese di ottobre uscirà, distribuito da Freccia D'Oro Edizioni, la versione tascabile dell'opera.




Le avventure di Samuel 2.0 - A dieci anni dall'uscita di "Non posso stare altrove" una nuova etichetta editoriale per promuovere nuove e vecchie storie del celebre calciatore (e di Mattia)

A marzo di quest'anno sono passati dieci anni dalla pubblicazione di "Non posso stare altrove" di Marco Cevolani, libro in cui fa la sua comparsa Samuel Bertelli, il celebre calciatore e filantropo. A quel primo libro ne sono seguiti altri tre e come si addice alle grandi opere di narrativa ha avuto anche una serie spin-of, quelle di Mattia, il bambino che Samuel assieme al proprio compagno, prende in affido.
Ora lo scrittore ed editore Marco Cevolani ha pensato di riproporre alcune delle opere precedentemente pubblicate, ma anche nuove avventure, sotto un'unica etichetta editoriale "Il mondo di Samuel - Avventure e letture", quindi non solo opere editoriali ma anche iniziative culturali e opere correlate.


La Tramec cala il tris: battuta Ravenna 82-74 e Final Eight conquistate





Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Terza vittoria in altrettante gare per la formazione di coach Matteo Mecacci, che stacca così il pass per le Final Eight, in programma a Lignano Sabbiadoro il prossimo fine settimana. Un successo frutto di una grande prova corale, condita dagli acuti di Gasparin e James, rispettivamente autori di 13 e 15 punti, ma la palma di MVP spetta a Barnes, che ha chiuso la sua partita con 15 punti, 4 rimbalzi, 3 assist, 2 stoppate ed una palla rubata. Menzione particolare per Ranuzzi, fondamentale con le sue triple nei momenti nevralgici dell'incontro per respingere gli assalti di Ravenna, autore di 9 punti alla sirena finale.

Agli albori dell'incontro è Barnes a sbloccare il tabellone luminoso, imitato poco dopo da Simioni per il pareggio interno. Il primo sorpasso Orasì si concretizza grazie a due liberi di Tilgham, vanificati poco dopo dalla tripla di Dellosto e da Tomassini. Batti e ribatti tra i due schieramenti a metà periodo che porta Oxilia e Denegri a stabilire il massimo vantaggio interno (+3 a 7:13), cui segue il canestro di Gazzotti, ma Dellosto e Gasparin chiudono la forbice ed è 15-14 al 10'.

A stretto contatto, al rientro sul parquet la Tramec tenta l'aggancio con Berti, Sullivan non è d'accordo e, combinando con Oxilia per sei punti, costringe Mecacci al timeout. In uscita dal minuto, Cento trova la spinta per ricucire lo strappo: Zilli realizza dal pitturato, Tomassini si alza dalla linea dei 6,75, ma è James ad operare il contro sorpasso, costringendo la panchina di casa a fermare il gioco dopo due triple consecutive. Sotto di un solo possesso, l'Orasì non riesce ad invertire l'inerzia dell'incontro, subendo altri cinque punti siglati da Barnes e trovandosi costretta ad un nuovo timeout. Nuovamente sul parquet, è Simioni ad interrompere il digiuno ravennate, Cinciarini s'impone dall'arco, -2 Orasì e minuto Tramec. Con trenta secondi sul cronometro, James fa riprendere quota a Cento con un gioco da tre punti, in pronta risposta Oxilia insacca la tripla per il 35-37 all'intervallo.

La pausa lunga porta consiglio a Ravenna, subito a segno con la tripla del sorpasso di Cinciarini, Zilli e Barnes spengono le velleità casalinghe ed è +4 per i biancorossi. Un tesoretto divorato dai canestri di Denegri e Sullivan, che impediscono la fuga alla Tramec, supportati da Simioni, autore di quattro punti in fila. La svolta dell'incontro, però, arriva al quarto minuto: Gasparin rileva Tomassini ed esplode tre triple consecutive, portando Cento in doppia cifra di vantaggio e costringendo Lotesoriere al timeout. Incapace di ritrovare la via del canestro, Ravenna vede il proprio svantaggio dilatarsi fino alle sedici lunghezze dopo sei punti di Ranuzzi, spezzando la propria astinenza realizzativa a ridosso della terza sirena con la tripla di Cinciarini.

Nonostante i tre punti per chiudere la terza frazione, Ravenna in apertura degli ultimi 10' sblocca il tabellone luminoso solo con Denegri, cui si oppongono Zilli, Ranuzzi e James per il massimo vantaggio esterno (+18). L'ex play di casale Monferrato firma tre punti che convincono Mecacci al timeout per spezzare il ritmo ai padroni di casa che, ma l'Orasì non si perde d'animo e, con un break di 7-0 in due minuti, si porta a sette lunghezze di distacco. Tornata pericolosamente ad affacciarsi alla finestra, gli uomini di Lotesoriere tentano il tutto per tutto, agguantando tre punti in extremis con Cinciarini, ma Barnes prima e James poi sono impeccabili dalla linea della carità e confezionano la vittoria per la Tramec.

Finisce così al Pala Costa: Cento batte Ravenna 82-74.

Il prossimo appuntamento per la Tramec sarà venerdì prossimo a Lignano Sabbiadoro, dove i biancorossi affronteranno nei quarti di finale di Supercoppa l'Apu Old Wild West Udine, formazione già incontrata in occasione del Memorial Pajetta, per tentare l'assalto alla semifinale.

 


 

ORASI' RAVENNA-TRAMEC CENTO 74-82 (16-14; 35-37; 51-64)

Orasì Ravenna: Tilghman 7, Berdini, Sullivan 15, Cinciarini 14, Gazzotti 2, Arnaldo, Laghi, Denegri 12, Giovannelli, Oxilia 12, Ciadini, Simioni 12. All. Alessandro Lotesoriere.

Tramec Cento: Zilli 11, James 15, Tomassini 9, Barnes 15, Dellosto 8, Ranuzzi 9, Re ne, Berti 2, Moreno, Gasparin 13, Guastamacchia ne. All. Matteo Mecacci.

Arbitri: Enrico Boscolo Nale, Umberto Tallon, Nicolò Bertuccioli.

Tiri liberi: RA 13/16; CE 7/9.

Rimbalzi: RA 30; CE 32.

Falli: RA 15; CE 20.

Tiri da 2: RA 20/40; CE 18/34.

Tiri da 3: RA 7/17; CE 13/25.

 

QUINTETTI INIZIALI

 

Orasì Ravenna: Arnaldo, Cinciarini, Tilgham, Oxilia, Simioni.

Tramec Cento: Tomassini, James, Dellosto, Barnes, Zilli.


Foto: Benedetto XIV/Costantino Bedin





Tramec Cento, la presentazione di ieri sera della squadra alla Rocca, la fase libera dei biglietti e i prossimi appuntamenti



Nella cornice del piazzale della Rocca di Cento, la Tramec ha presentato al proprio pubblico quella che sarà la squadra che affronterà il prossimo campionato.
«Ringrazio tutto il pubblico qui ha presente» ha esordito il G.M. Ivan Belletti. «Lo scorso anno abbiamo fatto un campionato al di sopra delle aspettative e, quest'anno, vogliamo fare ancora meglio. Il nostro obiettivo è rendere Cento una realtà solida in questa categoria».
Parole riprese poco dopo anche dal coach della Benedetto XIV, Matteo Mecacci: «Stiamo facendo un percorso di crescita e quest'anno vogliamo consolidarci. Crediamo ci siano i giusti presupposti per far divertire questa città, questa tifoseria e questo ambiente straordinario».
Sensazioni positive anche da parte del capitano, Alex Ranuzzi: «Abbiamo iniziato la terza settimana di lavoro: siamo una squadra nuova e stiamo cercando di trovare un nuovo equilibrio, ma le sensazioni sono molto buone. Una cosa che mi auguro quest'anno, però, è che questa squadra possa mettere anche solo un terzo del cuore che metteva "Pede" in campo».
In chiusura è intervenuto il numero uno della società biancorossa, il Presidente Gianni Fava: «Sono contento del ritorno dei tifosi al Palazzo, perché per noi il loro supporto è molto importante. Quest'anno vogliamo migliorarci ancora rispetto all'anno scorso, anche se non sarà facile replicare il risultato della passata stagione. Siamo convinti di avere allestito una squadra all'altezza di questo campionato e in grado di poter competere con gran parte delle avversarie. Inoltre, abbiamo dato il via anche alla campagna abbonamenti ed aperto la vendita dei biglietti per il derby contro Ferrara, alla quale invito i nostri tifosi a partecipare numerosi poiché, anche se non è una sfida di campionato, resta pur sempre un derby».
Campagna abbonamenti che proseguirà con il diritto di prelazione per i vecchi abbonati della stagione 2019/2020 fino all'11 settembre, lasciando successivamente il posto alla vendita libera. Per sottoscrivere l'abbonamento sarà necessario prenotarsi all'indirizzo email marketing@benedettoxiv.it, specificando il giorno e l'orario al quale si desidera fissare l'appuntamento.
Vendita libera che, invece, apre oggi per quanto riguarda la Supercoppa, con la prima sfida fissata per domenica 12 settembre alle ore 17:00 contro il Kleb Basket. I tagliandi saranno acquistabili presso il banchetto allestito presso il ristorante Benedetto in Piazza Cardinal Lambertini, di fronte all'Auditorium San Lorenzo di Cento dalle 19 alle 22:30.
Una giornata quella di domenica che avrà termine con la presentazione presso il piazzale della Rocca di Cento del progetto "Cent%", in collaborazione con Benedetto XIV, Benedetto 1964, Fondazione Zanandrea ONLUS, Strade APS e Polisportiva Centese Ramo Rosa, dove si illustrerà anche l'iniziativa organizzata in memoria di Emanuele Pederzini, cuore biancorosso tragicamente venuto a mancare nelle scorse settimane.


SUGGERITO PER TE

In via dei Tigli si andrà ai 30 km/h

Fonte foto: Google Maps Con Ordinanza del Dirigente N°. 291 del 12/07/2024 è stato stabilito che a Cento in "Via Tigli civico 4 – 6 son...