San Giovanni in Persiceto ricorda il 2 agosto 1980



In occasione del 41° anniversario della Strage alla Stazione di Bologna, il Comune di Persiceto ricorderà le vittime del terribile atto terroristico con una serata letteraria a cura della Biblioteca "G.C. Croce" Sezione Adulti: martedì 3 agosto alle 21 presso il Chiostro di San Francesco verrà presentato il libro "Davanti a quel muro" di Maria Beatrice Masella e Claudia Conti e proiettato il documentario "Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta". Nel pomeriggio di domenica 1° agosto, inoltre, la Staffetta non competitiva "Insieme per non dimenticare il 2 agosto 1980", partita dal Brennero con destinazione Bologna, farà tappa in piazza del Popolo a Persiceto.  Lunedì 2 agosto il Comune parteciperà poi alla commemorazione ufficiale della Strage a Bologna.

 

Martedì 3 agosto alle 21 presso il Chiostro di San Francesco, la Biblioteca "G.C. Croce" Sezione Adulti proporrà un incontro per commemorare l'anniversario della Strage della Stazione di Bologna e rendere omaggio alle vittime del tragico evento: durante la serata verrà presentato il libro per ragazzi "Davanti a quel muro" di Maria Beatrice Masella e Claudia Conti e proiettato il documentario "Davanti a quel muro – La rabbia e la scelta", realizzati dalla Cooperativa Bacchilega in collaborazione con l'Associazione familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980. Dopo i saluti dell'amministrazione comunale, interverranno le autrici del libro Maria Beatrice Masella e Claudia Conti, Paolo Bernardi, editore e presidente della Cooperativa Bacchilega, Paolo Lambertini, vice presidente dell'Associazione familiari delle vittime, Agide Melloni, autista del bus 37 e testimone, le autrici del documentario Lara Alpi, Francesca Gianstefani e Michela Sartori; modererà l'incontro Silvia Nicoli Marchesini della Biblioteca "G.C. Croce".
Il libro narra una storia d'amicizia dai risvolti fantastici, che diventa occasione per parlare del terribile avvenimento in modo semplice e accessibile anche ai più giovani: Ernesto ha 15 anni, è in crisi con la scuola ed è innamorato di Ginni, la sua compagna di scuola con i capelli blu; la scuola che frequentano è vicino alla stazione di Bologna e il ragazzo vi si reca spesso quando non va a scuola; un giorno, nella sala d'attesa incontra uno strano ragazzo che legge il fumetto Ken Parker e che dice di provenire direttamente dagli anni '80. Questo incontro, sconvolgente per Ernesto, mette in moto tutta una serie di riflessioni e di cambiamenti: cosa è successo il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? Perché quello strano ragazzo afferma di venire dagli anni Ottanta? Quanto è importante la memoria e la storia?
Prenotazione obbligatoria al numero 051.6812961 oppure scrivendo a bibliocroce@comunepersiceto.it

Riparte inoltre, dopo un anno di sospensione dovuto all'emergenza Covid-19, la Staffetta "Insieme per non dimenticare il 2 agosto 1980", organizzata dal "Coordinamento staffette per il 2 agosto", con il patrocinio della "Associazione familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980", per mantenere viva la memoria della Strage di Bologna e delle persone che hanno perso la vita nel terribile atto terroristico: il percorso, iniziato dal Brennero per arrivare a Bologna lunedì 2 agosto, farà tappa a Persiceto nel pomeriggio di domenica 1° agosto, alle 17.45 circa; all'arrivo della Staffetta in piazza del Popolo, saranno presenti il Sindaco Lorenzo Pellegatti per un saluto istituzionale e alcuni rappresentanti dell'associazione Persicetana PodisticaLunedì 2 agosto i podisti percorreranno l'ultimo tratto di staffetta, partendo da Calderara di Reno per arrivare alle 7.30 a Bologna in Montagnola, dove si incontreranno le staffette provenienti dal resto d'Italia per partecipare alla commemorazione del 41° anniversario della strage alla stazione di Bologna; in rappresentanza del Comune di Persiceto, alle celebrazioni ufficiali sarà presente Alessandro Bracciani, assessore a Comunicazione e Sviluppo economico.

La staffetta, nata nel 1981, compie quest'anno 40 anni. Dopo la prima edizione partita da Sesto Fiorentino, l'iniziativa, nel corso degli anni, si è evoluta su tutto il territorio nazionale. Il proposito di questa manifestazione sportiva è quello di rendere omaggio alle 85 vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, ma anche a tutte le vittime del terrorismo, per tramandare la memoria soprattutto tra i più giovani attorno alle vicende più critiche che hanno caratterizzato il nostro paese, come strumento di insegnamento e cultura per evitare che certi eventi si ripetano e per trasmettere il messaggio che il terrorismo si può affrontare ricercando la verità e difendendo la libertà e la democrazia. Alla staffetta è stata conferita la Medaglia d'Argento dai Presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.

 


A Persiceto arriva Moni Ovadia con la sua “Lectura Dantis” 29.07.2021




Giovedì 29 luglio alle ore 21, presso il Chiostro di San Francesco a Persiceto, si terrà un nuovo imperdibile appuntamento della stagione teatrale "TTTXTE" 2021: per la rassegna "Arte della Parola" Moni Ovadia proporrà "Lectura Dantis", un'interessante rilettura della Divina Commedia accompagnata da musica dal vivo, un monologo dedicato al canto XXVI dell'Inferno come spunto per riflessioni filosofiche, sulla storia e sull'attualità. La stagione teatrale si concluderà giovedì 5 agosto, sempre alle ore 21 presso il Chiostro di San Francesco, con Marco Baliani in "Tracce", spettacolo tratto dall'omonimo saggio di Ernst Bloch, che porterà in scena una suggestiva commistione di racconti, aneddoti, domande e riflessioni.

 

A Persiceto proseguono le serate di teatro all'aperto con la stagione teatrale "TTTXTE" 2021. Giovedì 29 luglio alle ore 21 la rassegna "Arte della Parola" porterà sul palco del Chiostro di San Francesco un altro grande protagonista della scena italiana: Moni Ovadia, grande intellettuale contemporaneo dalla vastissima produzione teatrale, discografica e libraria, si esibirà in "Lectura Dantis", appassionante monologo con l'accompagnamento musicale dal vivo di Stefano Albarello al qanun e al canto e di Maurizio Dehò alla violarda, coinvolgendo gli spettatori in un emozionante viaggio nell'Inferno Dantesco. In particolare, l'artista prenderà in considerazione il canto XXVI, in cui emerge la figura di Ulisse, per realizzare un affascinante confronto tra quest'ultimo e il "vagabondaggio culturale e reale" proprio del popolo ebraico e la figura dell'esiliato in genere. Uno spunto che consente a Ovadia di porre interessanti quesiti esistenziali e filosofici, rendendo lo spettacolo una grande lezione di consapevolezza e un richiamo a quei valori che distinguono gli esseri umani dalle bestie: Ulisse infatti nella "Divina Commedia" chiama i compagni "fratelli" e li incita ad interrogarsi sul senso della vita e a non privarsi nell'ultima parte dell'esistenza della possibilità di continuare a conoscere.


La stagione teatrale prevede poi un ultimo appuntamento nell'ambito del ciclo "Arte della Parola": giovedì 5 agosto, sempre alle ore 21 presso il Chiostro di San Francesco, Marco Baliani proporrà "Tracce", uno spettacolo non terminato che mette in scena un ronzio multiforme di racconti, aneddoti, ricordi, poesie, digressioni, riflessioni, domande, una serie di tracce ancora non ben definite, dedicate ai temi dello stupore e dell'incantamento.


Durante gli spettacoli saranno garantite le misure di sicurezza previste dalle disposizioni in vigore per il contrasto al Covid-19: percorso di entrata e uscita separati, distanziamento di 1 metro, uso obbligatorio della mascherina e del gel sanificante messo a disposizione dagli organizzatori. Per il rispetto delle misure anti Covid è necessario presentarsi sul luogo dello spettacolo un'ora prima dell'inizio.


Biglietti: intero € 17, riduzioni varie € 16, riduzione per età (meno di 30 anni e più di 65 anni) € 14.
Prevendita online su vivaticket.it, presso il foyer del Teatro comunale in corso Italia 72 il mercoledì dalle 10 alle 12, oppure giovedì 29 luglio presso il Chiostro di San Francesco, dalle ore 19 fino all'inizio dello spettacolo (si accettano solo contanti). Per il rispetto delle misure antiCovid è necessario presentarsi presso il luogo dello spettacolo un'ora prima. Info: biglietteriateatro@comunepersiceto.it

 




“Parlami di Gino” a Persiceto






Proseguono le iniziative dedicate a Gino Pellegrini, scenografo cinematografico protagonista della grande stagione hollywoodiana degli anni '60 (sue molte delle scenografie di "2001: Odissea nello spazio" di Stanley Kubrick) che visse gli ultimi anni tra Persiceto e Monte San Pietro. La rassegna "Parlami di Gino" – un programma di iniziative in omaggio al noto artista nell'anno in cui avrebbe festeggiato l'ottantesimo compleanno – include un ciclo di film all'aperto, la mostra "Come un fiocco di neve" e visite guidate nel Centro storico per approfondire la carriera e le opere dell'artista, tra cui uno dei simboli di Persiceto, la spettacolare piazzetta Betlemme interamente dipinta a trompe l'oeil.


Le visite guidate fanno parte del progetto "Ciak si Gira! Il territorio bolognese raccontato attraverso tre maestri del cinema: Giorgio Diritti, Pupi Avati e Gino Pellegrini", che offre la possibilità di scoprire di più sul paesaggio bolognese visto e raccontato da tre grandi autori del cinema (prenotazioni, miriam.forni2013@gmail.com). Il progetto è sostenuto da Destinazione turistica Bologna metropolitana e da Bologna Welcome e organizzata da Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese, Unione Reno Galliera, e dai Comuni Alto Reno Terme, Valsamoggia, San Giovanni in Persiceto e Minerbio in collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna. Giovedì 22 luglio si svolgerà uno degli itinerari in programma a Persiceto con partenza alle ore 18 dal Teatro Comunale e arrivo presso il Chiostro di San Francesco alle ore 21. Qui si terrà la proiezione sul grande schermo di un film a cui ha lavorato Pellegrini: i bambini potranno divertirsi con "Un maggiolino tutto matto", film di Robert Stevenson, con Dean Jones e Joe Flynn, un'avventura fantastica e fuori dagli schemi dove anche i Maggiolini possono diventare grandi amici. Sempre nell'ambito della rassegna cinematografica dedicata a Pellegrini sono in programma altri due appuntamenti, sempre alle ore 21, presso il Chiostro di San Francesco: sabato 24 luglio sarà la volta della commedia musicale simbolo del '68 e della sua atmosfera rivoluzionaria "Alice's restaurant", diretta dal celebre regista Arthur Penn, e interpretata da Arlo Guthrie e Patricia Quinn. Sabato 31 luglio, seguirà "La neve nel bicchiere", di Florestano Vancini, con Bruno Minniti e Massimo Ghini, commovente epopea di trent'anni di una famiglia contadina della Bassa Padana tra la fine dell'Ottocento e i primi anni del Novecento.


Le proiezioni dei film sono ad ingresso gratuito; per prenotazioni scrivere all'indirizzo biglietteriateatro@comunepersiceto.it oppure recarsi presso il foyer del Teatro comunale in corso Italia 72, il mercoledì dalle ore 10 alle 12 e il venerdì dalle 17 alle 19, la sera dello spettacolo dalle ore 20 presso il Chiostro di San Francesco.


"Come un fiocco di neve. La vita artistica di Gino Pellegrini" è invece il titolo della mostra allestita presso la Chiesa di San Francesco, promossa dal Comune di Persiceto e dall'Officina Pellegrini in collaborazione con l'associazione "Ocagiuliva". e curata da Osvalda Clorari, compagna di vita e collaboratrice di Gino Pellegrini. Lungo il coinvolgente percorso espositivo si dipanano l'arte e il pensiero del grande pittore e scenografo in un imperdibile connubio tra spazi antichi e opere moderne. La mostra, con ingresso gratuito, sarà aperta fino al 19 settembre (con chiusura dal 9 al 20 agosto) nei seguenti giorni e orari: ogni giovedì dalle 20 alle 22, il sabato e la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 20. Tutti i dettagli dell'esposizione sono disponibili sul sito www.ginopellegrini.it e sul sito del comune di Persiceto www.comunepersiceto.it; per maggiori informazioni è possibile contattare l'Urp del Comune di Persiceto, telefonando al numero verde 800.069678 oppure mandando una mail all'indirizzo urp@comunepersiceto.it.

 


LA BIBLIOTECA ARRIVA A CASA TUA, NUOVO SERVIZIO OFFERTO DALLA BIBLIOTECA DI RENAZZO




A partire dal prossimo 2 luglio la biblioteca di Renazzo, in collaborazione con l'Associazione Mattia e i Suoi Amici e la Biblioteca di Mattia offre un ulteriore servizio, valido per il comune di Cento e Frazioni: la consegna al proprio domicilio/residenza dei volumi richiesti (e il ritiro ovviamente dei libri in restituzione).
Il servizio, gratuito per tutta l'utenza, è stato pensato soprattutto per quelle persone, magari anziane, che hanno difficoltà a raggiungere Renazzo.
In periodo di pandemia per molte persone i libri sono stati una valida compagnia: con questa iniziativa l'Associazione Mattia e i Suoi Amici si pone anche l'obiettivo di divulgazione del piacere della lettura.
Per info: 3713472732 oppure whatsapp 3317070613 mail bibliotecarenazzo@gmail.com associazione.mattia@libero.it 



"Il figlio di Atlantide - sfida finale al Signore delle Ombre" uscirà a ottobre l'ultima avventura di Mattia

 Come si addice alla grandi attese è stato reso noto dallo stesso autore il titolo dell'ultima avventura di Mattia Rosetti, personaggio nato dalla fantasia di Marco Cevolani. "Il figlio di Atlantide - sfida finale al Signore delle Ombre" rappresenta dunque il capitolo conclusivo della collana "Ci pensa Mattia".

Il piano editoriale dell'opera prevedeva inizialmente avventure mensili, di cui fino ad ora ne sono state pubblicate quattro solamente (Il cantone del diavolo, Viaggio ad Atlantide, Terra di libertà, Il ladro del carnevale)

L'ultimo capitolo, in uscita appunto il prossimo autunno, conterrà - a quanto pare - alcuni spunti narrativi delle avventure ancora inedite.

SUGGERITO PER TE

In via dei Tigli si andrà ai 30 km/h

Fonte foto: Google Maps Con Ordinanza del Dirigente N°. 291 del 12/07/2024 è stato stabilito che a Cento in "Via Tigli civico 4 – 6 son...