Nasce a Cento un Milan Club non ufficiale in onore di Sandro Tonali

 


Siamo un gruppo di tifosi milanisti, questa pagina nasce per celebrare, al momento in maniera non ufficiale, Sandro Tonali come grandissimo giocatore del nuovo Milan. Col tempo, se cresceremo di numero, vorremmo creare un vero e proprio Milan Club qui a Cento (che possa raggiungere i tifosi delle zone limitrofe). Per il momento ci limiteremo a condividere notizie su Sandro e sul Milan in generale. Questo è il contatto di whatsapp 3713438035

Siamo anche su instagram: https://www.instagram.com/tonaliunoficialcentofanclub/

San Giovanni in Persiceto festeggia il 25 aprile



-


Banner 25 aprile 2022

Lunedì 25 aprile ricorre il 77° anniversario della Liberazione italiana e il 74° anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione; per commemorare questa importante giornata il Comune di Persiceto propone varie iniziative.


San Giovanni in Persiceto è stata liberata il 21 aprile 1945. Grazie al valore dei suoi cittadini con decreto del Presidente della Repubblica del 16 novembre 1989, il Comune è stato decorato con la medaglia d'argento al valor militare per attività partigiana. Per commemorare questa importante ricorrenza il Comune di Persiceto propone un ricco programma di iniziative rivolte alla cittadinanza.

Venerdì 22 aprile alle ore 21 presso la Sala dell'Affresco del Chiostro di San Francesco si terrà "Strade di Liberazione: la fine della guerra nei percorsi delle truppe alleate e nelle esperienze di Resistenza sul territorio bolognese", incontro pubblico a cura della Biblioteca "G. C. Croce" sezione adulti, G.A.S.A. – Gruppo Archeologico Storico Ambientale, Museo Archeologico Ambientale e Anpi. La serata si aprirà con l'intervento dello storico Leonardo Goni, dal titolo "Dagli Appennini al Po: gli ultimi mesi di guerra nel bolognese", che riguarderà il tragitto delle Truppe Alleate che liberarono il territorio bolognese passando per San Giovanni in Persiceto; seguiranno alcune testimonianze di Resistenza locale raccolte dal G.A.S.A. e lette da Erica Greco e Silvia Nicoli Marchesini. Partecipazione con mascherina FFP2 e green pass rafforzato. Info: tel. 051.6812961, bibliocroce@comunepersiceto.it

Domenica 24 aprile alle ore 14.45 con ritrovo nel piazzale della stazione ferroviaria si svolgerà "Biciclette partigiane: 19 storie di ciclismo e Resistenza", una presentazione itinerante del libro di Sergio Giuntini, vicepresidente della Società italiana di Storia dello Sport, con biciclettata lungo la Ciclovia del Sole, a cura di Anpi sezione di Persiceto, Fiab Terre d'Acqua e Circolo Arci Accatà. Dialoga con l'autore Enrico Belinelli, Fiduciario Coni per i comuni di Terre d'Acqua. Rientro previsto alle ore 18 in piazza del Popolo.  In caso di pioggia la presentazione si terrà presso la Sala dell'Affresco del Chiostro di San Francesco alle ore 15.30; partecipazione con mascherina FFP2 e green pass rafforzato.

Lunedì 25 aprile si terrà la consueta commemorazione istituzionale con cortei per la deposizione delle corone sui monumenti ai Caduti e accompagnamento musicale dal vivo. Alle ore 10 è previsto il ritrovo nel piazzale del Centro Civico a San Matteo della Decima mentre alle ore 11 il ritrovo sarà a San Giovanni in Persiceto, in piazza del Popolo. Interverranno: Lorenzo Pellegatti, Sindaco di Persiceto e Valerio Di Giampietro, presidente Anpi sezione di Persiceto.
Martedì 26 aprile alle ore 21 presso la Sala Polivalente del Centro Civico di San Matteo della Decima si terrà infine "Io, sopravvissuto di Marzabotto", presentazione del libro di Margherita Lollini a cura di Biblioteca "R. Pettazzoni" e Associazione Italo Calvino in Terre d'Acqua. L'autrice dialogherà con Ferruccio Laffi e Valerio Varesi. Partecipazione con mascherina FFP2 e green pass rafforzato. Info: tel. 051.6812061, bibliotecadecima@comunepersiceto.it


Primo Ciak del nuovo corto cinematografico di Cevolani oggi a Renazzo

 Inizieranno oggi le Renazzo le riprese del nuovo corto cinematografico di Cevolani dal titolo "Soggettiva di un delitto"

Girato ancora una volta come in film muto e in bianco e nero, vagamente ispirato al Mastino di Baskerville di Conan Doyle è l'esordio della Carnival Thief


Riceviamo e pubblichiamo: la ballata del Malaffitto

LA BALLATA DEL MALAFFITTO
… A noi che ci dicevano!
Di Roberto Tira

A noi che ci dicevano…
Mi raccomando tenetelo bene 
… e noi tenemmo!
A noi che ci dicevano…
Attenzione tagliate l'erba
… e noi tagliammo!
A noi che ci dicevano…
Dovete potare la siepe
… e noi potammo!
A noi che ci dicevano…
Occhio ai rifiuti
… e noi raccogliemmo!
A noi che ci dicevano…
La casetta tenetela in ordine
… e noi tenemmo!
A noi che ci dicevano…
Il barbeque va sempre pulito
… e noi pulimmo!
A noi che ci dicevano…
I vetri per terra vanno raccattati
… e noi raccattammo!

E pensare che a noi che ci dicevano… 
Ma ora noi che non lo gestiamo più…
Cosa faranno?

Cosa diremmo?
… e tutto questo perdossi come lacrime nella pioggia

Aperta l'esposizione curata da Andrea Gilli





Ha aperto stamattina  (16 aprile per chi legge, ndr) alla presenza dell'assessore Silvia Bidoli, l'esposizione curata dal centese Andrea Gilli ed esposta all'Espositiva di Renazzo  dal titolo "Il barocco centese nelle immagini".
L'esposizione, la prima di una lunga serie, ha l'obbiettivo di informare i visitatori sui vari aspetti della storia locale. Qui si parte dal barocco che è stato un movimento artistico importante, soprattutto a Cento.



Tramec: alla Milwaukee Dinelli Arena, dopo un supplementare, il punteggio è di 87-81

La fase ad orologio della Tramec Cento comincia con una vittoria al cardiopalma contro la Staff Mantova: alla Milwaukee Dinelli Arena, dopo un supplementare, il punteggio è di 87-81. Grazie alla contemporanea vittoria di Biella contro Latina e in virtù degli scontri diretti favorevoli contro i laziali, la Benedetto XIV si qualifica per la prima volta nella sua storia ai playoff. 

(C) Livreri

 

 

La Tramec Cento approccia bene la partita e si mette subito davanti con un canestro di Zilli. La Staff non si sblocca e ne approfitta Gasparin, con quattro punti consecutivi. Dopo il parziale in avvio, Mantova risponde e inizia un serrato scambio di colpi: per i padroni di casa segnano Zilli e Gasparin, per Mantova Ferrara e Iannuzzi, con il punteggio che recita 11-6 dopo cinque minuti. La Tramec non rallenta e schiaccia il massimo vantaggio con Barnes, ma Potts segna il primo canestro in maglia Stings per tenere a contatto i suoi. Serie di canestri da ambedue le parti: alla fine è Cento a provare ad alzare la voce con il tap-in in schiacciata di Zilli. A circa un minuto dalla fine del primo quarto Mantova entra in bonus: ne approfitta Moreno con due tiri liberi a bersaglio. Massimo vantaggio, sul 21-13, per gli uomini di coach Mecacci, con il risultato che rimane questo a fine primo periodo.


 

 

Il secondo quarto si apre con la tripla di Lorenzo Maspero per la Staff, a cui Berti mette una pezza con un canestro dopo un rimbalzo in attacco. Ancora una volta Maspero segna, subendo il fallo: sei punti in pochissimi minuti per il numero 13 mantovano. Cento però torna a più otto con Gasparin e Berti, costringendo al primo time-out coach Giorgio Valli, sul 27-19. Dopo il timeout, Potts fa uno su due dalla lunetta e poi appoggia due punti facili: stavolta è coach Mecacci a volere il time-out. Al ritorno in campo Cortese riporta ad un solo possesso di scarto Mantova, ma la Tramec risponde con James, che segna cinque punti in fila. Potts segna da tre per la Staff e James converte un altro tiro libero. A bersaglio poi Ranuzzi e Zilli, che mettono due cifre di distacco tra le squadre. Segna ancora Potts, ma Zilli infila altri due punti: dopo questo botta e risposta, sul 39-29, ecco il secondo time-out per coach Valli. In uscita dal timeout, Cortese chiama e Moreno risponde: tripla per entrambe le compagini. La Tramec allunga ancora con due liberi di Tomassini e un gran canestro di Moreno, con il vantaggio che arriva a quattordici punti. Per gli Stings segna Spizzichini, ma James va ancora a bersaglio: è l’ultimo canestro del primo tempo, che si chiude sul 48-34.


 

Nei primi venti minuti di gioco, il miglior marcatore della Tramec Cento è Giacomo Zilli, 11 punti e percentuali immacolate, seguito da James a quota 8. Sono 11 anche i punti di Potts, all’esordio con la Staff, seguito dai 6 punti di Maspero, tutti a inizio secondo periodo.


 

La seconda metà della partita inizia con un bel canestro di Tomassini, a cui Iannuzzi replica con un tiro libero. Mantova alza il ritmo e si avvicina con la tripla di Maspero ma Cento con Zilli non sta a guardare. Spinge ancora la Staff, con due punti di Cortese e la tripla di Potts, con il distacco che ritorna ad una cifra. La Benedetto XIV trova a sua volta due canestri dal pitturato, con Barnes e Zilli. Cortese però segna ancora da tre, seguito da Potts con la quarta bomba della sua partita: coach Mecacci chiama a sé i suoi, sul 56-49. Soluzione efficace, perché dopo il break segna due punti Zilli e ben cinque James, con il distacco immediatamente ristabilito sul 63-49 e il time-out per i mantovani. Mantova segna quattro punti, mentre fa fatica la Tramec: gli ospiti si avvicinano a meno dieci. Segna ancora Cortese, da tre, seguito dal primo canestro di Laganà: la Staff torna a meno quattro sul 63-59. A questo punto, Moreno si prende la scena, con un canestro pesantissimo da tre punti dopo un possesso difficile per la Benedetto XIV. Potts segna sulla sirena il canestro del 66-61.

 


Il quarto periodo si apre con un canestro di Laganà e Mantova che torna sotto un possesso di distacco. Ci pensa Cortese a rimettere a meno uno gli ospiti, con la schiacciata che porta al time-out di coach Mecacci sul 66-65. Il primo canestro del quarto periodo della Tramec è una tripla di James, a cui replica Cortese, con una super bomba. 69-68 dopo tre minuti di quarto quarto. Le percentuali calano per entrambe le squadre, ma dopo praticamente due minuti di digiuno per entrambe le parti, Mantova completa la rimonta e trova il primo vantaggio di serata con Lagana, sul 69-70. Entrambe le squadre sono in bonus a tre minuti e mezzo dalla fine, quando Iannuzzi va in lunetta e mette un altro punto tra le due squadre. In contropiede Stojanovic segna poi altri due punti: 69-73 e time-out per coach Mecacci, quando mancano poco meno di tre minuti alla fine. La Tramec non riesce a sbloccarsi e Iannuzzi ne approfitta: 69-75, massimo vantaggio per gli ospiti. A circa un minuto dalla fine riesce a segnare Zilli, 71-75. L’attacco di Mantova fallisce, Tomassini va in lunetta e Cento torna a meno due, mentre la Staff perde ancora palla con poco più di mezzo minuto da giocare. Prova a tirare da tre ancora Tomassini, la bomba non va ma c’è un altro fallo sul play in maglia numero sette: due su tre: parità sul 75-75, con diciotto secondi da giocare. Il tiro di Laganà sulla sirena non entra, si va al supplementare.

 

Si entra nell’overtime con le percentuali che rimangono basse e il punteggio che non si sblocca per più di un minuto e mezzo. Il canestro che muove il tabellone lo segna, da fuori, Cortese, 75-78. James segna due punti per la Tramec e in seguito Tomassini trova il primo vantaggio del supplementare per Cento, sul 79-78. Ultimo minuto che si apre con l’errore di Spizzichini e due tiri liberi di Tomassini, che danno un possesso pieno di vantaggio ai padroni di casa, sul 81-78. Nell’attacco seguente, Potts sbaglia da tre e Maspero commette fallo su James. A ventitre secondi dalla fine, non trema la mano del texano: due su due, 83-78 e Coach Valli chiama time-out. Al ritorno in campo segna ancora Cortese da tre, ridando speranza a Mantova. La Staff spende il fallo su Moreno che fa due su due, Maspero sbaglia da tre e James infila altri due liberi. Finisce così alla Milwaukee Dinelli Arena, 87-81.

 

Il miglior realizzatore per la Tramec Cento è Christian James, 22 punti, seguito da Zilli a 19, con nessun errore dal campo e ai liberi. In doppia cifra anche Moreno e Tomassini, entrambi con 12 realizzazioni. Per la Staff Mantova 24 punti per un super Riccardo Cortese contro la squadra della sua città. Sono 21 invece i punti per Giddy Potts, all’esordio con la maglia degli Stings.

 

Per la Tramec Cento ha parlato, visibilmente emozionato, coach Matteo Mecacci, accompagnato dall’assistente Andrea Cotti:”Oggi la Benedetto XIV raggiunge il punto più alto della sua storia cestistica, nonostante sia una realtà con grande tradizione. Dopo essere fallita, la società è rinata, grazie alla volontà di un gruppo di persone di qui. Andrea ha visto rinascere questa realtà, ha vissuto promozioni e una retrocessione, è la persona con più anni in questa società ed è l’uomo ideale per parlare di questo risultato. Guardando il nostro percorso, è stato un anno molto strano: siamo partiti per un obiettivo mai raggiunto nella nostra storia e ce l’abbiamo fatta con tre giornate d’anticipo, mantenendo lo stesso roster. Questa partita è lo specchio della squadra: nella difficoltà, dopo due quarti praticamente perfetti, siamo rimasti in lotta, giocando con grande intensità e resistendo alle alte percentuali di Mantova. La squadra ha tenuto duro e ha preso cinque rimbalzi in più degli avversari, pur essendo la Staff una squadra fisica e seconda per rimbalzi raccolti nel girone verde. Oggi però il focus deve essere su quello che ha fatto la squadra, sia in termine di risultati, che in termine di partita: abbiamo fatto un’impresa, nonostante i focolai e i periodi no, lavorando duro in palestra. Si tratta di un traguardo che bisogna godersi e ci auguriamo che il bello possa ancora venire. Infine ringrazio la Città di Cento, che oggi deve essere orgoglioso di questo risultato storico, la società, che non ci fa mancare nulla, il team di lavoro, dal primo all’ultimo, e infine il ringraziamento più sentito va ai giocatori, che mi ha sopportato un anno e non è ancora finita”.

Ha parlato poi Andrea Cotti:”Mi sento molto fortunato ad essere da tempo in una società che ha continuato a investire e costruire, imparando dai propri errori, e che oggi ha una struttura che gli permette di vivere in Serie A2 a tutti gli effetti. Strada facendo, abbiamo avuto la fortuna di collaborare con persone come il coach e il direttore Belletti, il motore di questo percorso, che han dato una grossa mano a portare a questo traguardo una realtà intera. Siamo orgogliosi di aver partecipato al raggiungimento del punto più alto di questa società. In questo momento le sensazioni sono tante, forti, ma probabilmente tra un po’ lo saranno ancora di più, domani magari sarò ancora più felice e sarà ancora meglio.”

Infine, è stato coach Matteo Mecacci a chiudere la conferenza stampa: “Ora come ora anche io devo prendere un attimo il fiato perchè è’ un'emozione bellissima, sono i primi playoff non solo per Cento ma anche per me. Pensare che questa città probabilmente affronterà squadre storiche, come Udine, Cantù e Pistoia è incredibile. Si tratta di una fortissima emozione perchè, dopo un anno in cui lavori con una squadra che recepisce il tuo gioco a 360°, con mille difficoltà, in un attimo tutto il lavoro fatto smette di pesare. Ci sono giocatori come Moreno e Gasparin han vissuto una retrocessione qui e oggi vivono il punto più alto della storia della società, Zilli non faceva da tanti anni i playoff, James non aveva ancora finito un anno in Italia e in più l’anno scorso era stato tagliato proprio da Mantova, Barnes è al primo anno nel nostro paese, Ranuzzi e Berti sono qui da più di una stagione, Dellosto ha vissuto momenti difficili, rialzandosi con i suoi mezzi, e anche Tomassini si è rimesso in gioco portando tanto talento: insomma, li ringrazio dal profondo del cuore, oggi coroniamo un sogno. Non era scontato, non era facile arrivare a prendersi questo risultato così presto, dopo un'annata difficile: ci meritiamo tutto ciò che stiamo vivendo. Adesso tiriamo un po’ il fiato ma cerchiamo di finire bene questa fase e di preparare al meglio i playoff.”

 

 

Tabellino

Tramec Cento-Staff Mantova:  21-13, 48-34, 66-61, 75-75, 87-81

Tramec Cento (all.Matteo Mecacci): James* 22, Tomassini* 12, Gasparin* 8, Barnes* 8, Zilli* 19, Moreno 12, Berti 4, Dellosto 0, Ranuzzi 2, Guastamacchia n.e.

Staff Mantova (all.Giorgio Valli): Potts* 21, Ferrara* 2, Cortese* 24, Spizzichini* 4, Iannuzzi* 8, Stojanovic 6, Maspero 9, Laganà 7, Basso 0, Prati n.e., Lo n.e.

 

 

 

58° Gran Premio BALTUR, gara nazionale raffa individuale



Si è svolto domenica 10 aprile presso la Bocciofila Centese di via Ugo Bassi a Cento il 58° Gran Premio BALTUR, gara nazionale raffa individuale di bocce. Una giornata di sport che ha visto la partecipazione di ben 208 atleti provenienti da Toscana, Lazio, Marche, Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna. Una gara che, dopo lo stop determinato dalla pandemia da Covd-19 ha segnato il ritorno in grande spolvero della Bocciofila guidata da Giovanni Salaris e dai suoi consiglieri, tutti impegnati per la giornata all'accoglienza, alla ristorazione degli atleti e dei loro accompagnatori. Tutti i Consiglieri sono stati impegnati nella organizzazione dell'evento, infatti, sono stati somministrati circa 50 pasti ad altrettanti atleti e accompagnatori. Una gara di respiro nazionale che ha segnato il ritorno alla normale attività agonistica della struttura boccistica centese. Gara appassionante e seguitissima fin dalle prime battute che ha visto Maurizio Mussini del comitato di Brescia  aggiudicarsi il Trofeo BALTUR, secondo classificato Manghi del comitato di Piacenza, terzo Andrea Vendemiati del comitato di Ferrara e quarto Andrea Bordonali del comitato di Roma, l'atleta più lontano come provenienza. La giornata è stata diretta dal Direttore di gara Riccardo Antolini di Ferrara. Da segnalare che Maurizio Mussini è stato campione del mondo Specialità Raffa. Le premiazioni si sono svolte alla presenza dello Sponsor storico Baltur, rappresentato dal suo Presidente Riccardo Fava che sponsorizza la gara da ben 58 anni consecutivi. "Sono molto felice di essere qui con voi per questo Premio che ci vede consolidati sponsor da oltre 50 anni e che ci vedrà proseguire anche il prossimo anno. Uno sport quello delle bocce - ha poi rimarcato Fava - che è tra i più antichi al mondo e che per le sue caratteristiche intrinseche offre un gran numero di vantaggi a chi lo pratica: uno sport sano, che aggrega e favorisce i rapporti interpersonali". Dal canto suo il Presidente Salaris ha voluto ringraziare "uno ad uno tutti i sui consiglieri, il personale del bar e della cucina per l'impegno e la grande professionalità espressi per la riuscita di questa splendida giornata di sport".




Inaugurerà sabato 16 aprile ore 10:00 presso L’espositiva di Renazzo “Barocco centese nelle immagini"



Inaugurerà sabato 16 aprile ore 10:00 presso L'espositiva di Renazzo (all'interno della biblioteca comunale, ndr), l'esposizione allestita dal centese Andrea Gilli dal titolo "Barocco centese nelle immagini": una serie di immagini e testi esplicativi sul movimento estetico sorto in Italia tra la fine del XVI e l'inizio del XVII secolo.

Gli orari di visita sono i seguenti: dal lunedì al venerdì 15/17.30; il sabato 9.30/11.30; martedì e giovedì 9/11, il lunedì 20/22 (festivi esclusi)

L'espositiva sarà aperta inoltre ogni prima domenica del mese, quindi anche il primo maggio dalle 9.30 alle 11.30.

"Questo allestimento vuole essere un modo per avvicinare le persone ad un periodo storico e artistico che ha influenzato anche le opere di alcuni nostri illustri concittadini – afferma Andrea Gilli, noto bibliofilo e appassionato di storia locale e fotografia"



 

  • BIBLIOTECA DI RENAZZO - L'ESPOSITIVA
  • Via Renazzo 52, 44045 Cento (FE)

    +39 3713472732

    whatsapp 3317070613

    INSTAGRAM @lespositiva

    FACEBOOK@bibliorenazzo



Justin Bieber per Vespa

 E' iniziata una collaborazione fra la popolare star del pop e la Vespa

La collaborazione prevede un modello firmato da Justin Bieber.







CLIOMAKEUP NELLA NUOVA COPERTINA DI POSTALMARKET | Proposta di invio catalogo per



 
 

E' CLIOMAKEUP IL VOLTO DELLA NUOVA COPERTINA DI POSTALMARKET


In edicola dopo la metà aprile la nuova edizione del magazine. In copertina ci sarà Clio Zammatteo, in arte ClioMakeUp, beauty guru con 10 milioni di follower in rete. Alessio Badia: "Ancora una volta porteremo nelle case di milioni di italiani il meglio del Made in Italy"


Sarà in edicola dopo la metà di aprile il nuovo magazine di Postalmarket. L'edizione primavera estate 2022 dello storico catalogo avrà in copertina un ospite d'eccezione. Si tratta di Clio Zammatteo, in arte ClioMakeUp. Make-up artist e youtuber, divenuta famosa grazie ai suoi tutorial pubblicati in rete, è ora imprenditrice di successo nel mondo beauty, nonché conduttrice televisiva. Sui social aggrega una community di oltre 10 milioni di utenti. Clio rappresenta un modello di successo per tutte le donne. Mamma ed imprenditrice, partita dal nulla è arrivata al successo grazie alla sua intraprendenza, al suo talento e alla sua determinazione. Il legame di Clio con Postalmarket arriva in realtà da molto lontano.
"Ero piccolina, mia madre portava sempre a casa il catalogo - racconta Clio - abitavo in provincia di Belluno, in una dimensione molto lontana da metropoli e passerelle. Venendo da un piccolo paesino era il top: non andavamo mai in città e compravamo le cose su Postalmarket. Una specie di libro delle meraviglie che sfogliavo avidamente…".
Il secondo numero della nuova era Postalmarket è ancora una volta un inno all'eccellenza italiana. Catalogo e marketplace infatti ospitano esclusivamente imprese Made in Italy, portandole ogni giorno nelle case di migliaia di famiglie. Il marketplace Postalmarket.it, aperto nell'estate 2021, fa già registrare numeri importanti: 450 mila gli accessi a settimana, 120 mila prodotti disponibili all'acquisto, 100 mila utenti attivi raggiunti ogni settimana da newsletter e blog, migliaia di interazioni giornaliere sui canali social. Sono 300 i brand italiani presenti a portale, suddivisi in 6 categorie merceologiche diverse.
Non solo moda dunque, ma anche beauty, food&beverage, casa, intimo, tempo libero, arte e esperienze turistiche. Ampio spazio viene riservato alle aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, consapevoli che la green revolution è una missione da portare avanti giorno per giorno. Tutto questo viene raccontato nel blog presente nel sito, con uno storytelling imprenditoriale quotidiano e accattivante. Il magazine cartaceo sarà disponibile a metà aprile in migliaia edicole italiane, dove è già possibile prenotare una copia. Sarà spedito gratuitamente a coloro che hanno fatto acquisti sulla piattaforma e-commerce.
Tanta tecnologia e innovazione: come realtà aumentata, tracciabilità dei prodotti, sistemi immersivi, servizi di consegna veloce e personalizzata, per coinvolgere anche il cliente più giovane ed esigente in una nuova esperienza di acquisto di qualità unica e irripetibile.
"Il magazine vuole essere d'ispirazione per i nostri clienti – spiega il direttore generale di Postalmarket, Alessio Badia – in un momento particolare, ritmato da pandemie e guerre, abbiamo deciso di fare ancora una volta un passo per la riscoperta della nostra identità italiana. In un momento in cui le imprese Made in Italy si ritrovano ad affrontare aumento dei costi, ad esempio nei trasporti o nell'energia, ancora una volta rivolgiamo il nostro sguardo al mercato italiano, alle grandi imprese tanto quanto alle aziende artigiane. A queste diamo l'opportunità di avere lo spazio che meritano, rivolgendosi ad un mercato italiano interno e fra qualche mese anche a quello internazionale. L'abbraccio, le radici comuni, il senso di appartenenza sono i valori chiave che animano Postalmarket. Perché dentro questa rivista, moderna evoluzione del catalogo, non ci sono solo storie o prodotti. C'è di più. C'è la casa degli italiani".
 

La prima fase della regular season della Tramec Cento si chiude con la sconfitta per 90-77 sul campo dell’Umana Chiusi, con la classifica che vede la Benedetto XIV al sesto posto nel girone rosso di Serie A2 Old Wild West

 

I primi cinque minuti sono caratterizzati da grande intensità e percentuali molto alte, soprattutto per Chiusi. Vanno a segno da tre punti Wilson, Pollone (due volte) e Ancellotti, con 12 punti su 16 che arrivano dal perimetro. Per la Tramec, realizza dalla lunga distanza solo Auston Barnes, con due punti a testa per Tomassini e Zilli: 16-7 il punteggio quando coach Mecacci è costretto a chiamare time out. Non cambia il copione dopo il break, con la terza tripla di Pollone e la prima di Criconia: Chiusi arriva a quota 22, con Cento che, grazie a un canestro di Tomassini e sei punti in fila di Moreno, segue a 14. La Tramec difende bene ma non riesce ad approfittarne nell’altra metà campo, non trovando la via del canestro. Un ulteriore tripla di Pollone fa sì che al primo intervallo il punteggio dica 25-14 per Chiusi.

Il secondo quarto inizia con gli attacchi che prevalgono sulle difese: due triple per l’Umana e sette punti per la Tramec nei primi due minuti muovono il tabellone sul 31-21. Gli ospiti decidono di affidarsi a Zilli, che realizza quattro tiri liberi in fila, mandando presto in bonus Chiusi e portando i suoi a meno sei, sul 31-25. Nel migliore momento di Cento, Criconia e Musso ri-danno a Chiusi la distanza di sicurezza, sul 37-27, con due tiri da fuori.

Gli ultimi cinque minuti del primo tempo si aprono con due bellissime triple di James, che forzano il time out di coach Bassi: decisione azzeccata, visto che Chiusi realizza un parziale di 9-2, guidato da Medford, rimettendo undici lunghezze di distacco. Nel finale la Benedetto XIV cerca di limitare i danni, riuscendoci parzialmente: una tripla sulla sirena di Barnes riporta a meno dieci gli uomini di coach Mecacci, sul 48-38.

Proprio Barnes è il miglior marcatore per la Tramec, 10 punti e unico in doppia cifra, tallonato da Moreno a 8. Per i padroni di casa Pollone realizza 14 punti con il 100% dal campo.

 

Gli ultimi venti minuti si aprono con un basket frammentato, che porta beneficio alle difese: nei primi 180 secondi un solo canestro per parte. A rompere il ghiaccio è Yankiel Moreno, che segna da lontano, seguito da James: la Tramec torna a meno sei. Chiusi si affida a Medford, che segna quattro punti per tamponare il parziale centese e fissa il punteggio sul 54-46. Non mollano però gli ospiti, che attaccano bene sfruttando i cambi difensivi di Chiusi e vanno a bersaglio con Moreno da tre punti: 56-51. Chiusi reagisce con due canestri dal pitturato, con coach Mecacci che interrompe il gioco a 2.50 dalla fine del periodo, sul 60-51. Medford continua a segnare per l’Umana, stavolta da tre punti: 63-52. La Tramec a questo punto alza i giri del motore: 0-7 di parziale, griffato Moreno (cinque punti) e 63-59 sul tabellone. Sulla sirena. Medford rimette a più sei i suoi: si entra nel quarto quarto sul 65-59.

I primi due punti del periodo conclusivo sono della Tramec e di Tomassini, al quale risponde la tripla di Pollone. Qualche minuto di equilibrio: trova la via del ferro Gasparin, ma Musso, da tre punti, rialza la voce per Chiusi: 71-64 il punteggio, quando un’altra tripla di Criconia rimette 10 lunghezze di distacco tra le parti e coach Mecacci chiama i suoi in panchina, con 6.30 da giocare. Dopo un minuto di digiuno, grazie alla bomba di Criconia e al canestro Medford, l’Umana va a più 15. Barnes segna da tre punti cercando di rimettere in carreggiata la Benedetto XIV, ma Fratto segna cinque punti e il vantaggio arriva a diciassette unità: time out per Cento, 2.55 alla fine, 84-67 il risultato.

Nel finale, il distacco rimane stabilmente intorno ai quindici punti, con tanti tiri da fuori per le due squadre. La partita si chiude sul 90-77.

Protagonista il duo Pollone-Medford, che realizza 44 punti per Chiusi. Bene anche Criconia in doppia cifra con 12. Per la Tramec Moreno mette a referto 19 punti, mentre i due americani James e Barnes fanno registrare 15 marcature a testa. A livello di squadra, decisivi i venti tiri da tre punti realizzati da Chiusi, su trenta tentati.

 

Queste le parole di coach Mecacci in conferenza stampa:”Innanzitutto complimenti a Chiusi, che ha disputato una grandissima partita, tirando benissimo e mettendo sul parquet grande energia: insomma, elementi tipici del bel gioco di Chiusi. Noi abbiamo però contribuito a far sì che Chiusi giocasse così bene: tutto ciò che previsto per la partita non ha funzionato. In questi casi tocca all’allenatore prendersi la responsabilità, riflettere su cosa va e cosa no, capire cosa ha causato una prestazione poco solida. Abbiamo reagito, anche se con confusione, tornando a meno quattro, ma le partite vanno giocate fin dall’inizio e questa volta tocca a me metterci la faccia. Adesso guardiamo alla fase a orologio: abbiamo finito sesti in classifica, un buonissimo risultato, per cui forse a inizio anno avremmo firmato. In ogni caso, non abbiamo fatto ancora nulla, per cui la squadra nelle quattro, importanti, partite rimanenti non può essere questa.”

 

Umana Chiusi: 90, Medford* 20, Pollone* 24, Criconia* 12, Ancellotti* 9, Wilson* 5, Possamai 0, Braccagni 3, Raffaelli 6, Musso 6, Fratto 5

Tramec Cento: 77, James* 15, Tomassini* 8, Gasparin* 7, Barnes* 15, Zilli* 8, Moreno 19, Dellosto 3, Berti 2, Ranuzzi 0, Guastamacchia n.e.

 

Parziali: 25-14, 48-38, 65-59, 90-77.











Alla Milwaukee Dinelli Arena va in scena il derby di ritorno tra Tramec Cento e TopSecret Ferrara. Dopo 40 minuti di grande tifo (1750 le persone presenti) e grande intensità, la spuntano gli ospiti, che portano a casa i due punti e lo scontro diretto con il punteggio di 57-64

 

Alla Milwaukee Dinelli Arena va in scena il derby di ritorno tra Tramec Cento e TopSecret Ferrara. Dopo 40 minuti di grande tifo (1750 le persone presenti) e grande intensità, la spuntano gli ospiti, che portano a casa i due punti e lo scontro diretto con il punteggio di 57-64.

(C) IACHINI

Dopo un solo canestro dal campo in tre minuti, una tripla di James, la partita si sblocca intorno alla metà del primo quarto, con il punteggio sul 10-8 ai cinque minuti: protagonista Tomassini, 5 punti a referto. La partita resta comunque molto equilibrata, con il distacco che non supera mai i quattro punti. Il primo vantaggio per la TopSecret Ferrara arriva a tre minuti dalla fine del periodo, con la tripla di Fabi,  la schiacciata di Pacher e i primi tre punti di Demario Mayfield: parziale che porta coach Mecacci a chiamare time-out. Cento reagisce e rimane in partita: 18-21 il punteggio dopo i 10 minuti iniziali.

Il secondo quarto si apre con una tripla di Dellosto, che ristabilisce la parità. Copione simile a quello del primo quarto, con le percentuali che si alzano solo dopo qualche minuto: un canestro dalla media con fallo rimettono in vantaggio, di tre punti, la TopSecret, in seguito alla schiacciata del pari di Berti. Lo stesso Pacher, dopo una palla persa, schiaccia in contropiede il +5 di Ferrara: altro timeout di coach Mecacci per la Benedetto XIV. Rientra bene la Tramec, che con quattro punti di Zilli torna a -1. A  trenta secondi dalla fine del primo tempo, una tripla di James porta a -2 Cento, dopo che lo svantaggio aveva toccato a più riprese i cinque punti. Nella caldissima atmosfera della Milwaukee Dinelli Arena, la prima metà di partita si chiude sul 36-40, grazie al canestro finale del solito Pacher, miglior marcatore del primo tempo con 13 punti. Per la Tramec sugli scudi James a quota 12 e Zilli a 10 con il 100% dal campo e ai liberi.

Le squadre tornano sul parquet e Ferrara raggiunge il massimo vantaggio della sua partita con un parziale guidato da AJ Pacher, che con due alley oop trova il +9 della TopSecret. Dopo il time out la partita si blocca a livello realizzativo, fino a quando un tiro libero di Fantoni non regala la doppia cifra di vantaggio alla TopSecret.  La Tramec non molla e cerca di aggrapparsi alla partita con la tripla di Tomassini, tornando sotto i dieci punti di distacco. Dopo un botta e risposta tra le due squadre nel finale di periodo, sono sette i punti che separano le due formazioni: 47-54.

Il quarto periodo si apre una serie di errori al tiro fino a quando Petrovic segna in step-back il canestro del 47-56, al quale risponde subito James. Il numero 2 centese mette a segno altri due punti, con la schiacciata in contropiede: 51-56 e Leka costretto a chiamare il time out. Sale il tifo del pubblico biancorosso e Zilli riporta a un possesso di distacco i suoi. Mayfield realizza da tre e porta i suoi nuovamente sul +6. Dellosto segna in penetrazione il canestro del -4 quando il tabellone indica che mancano meno di due minuti allo scadere. Cento si avvicina ulteriormente a -2, ma viene respinta dalla tripla di Panni a -5. All’uscita dal time out (40 secondi dalla fine) si prende il tiro da tre la Tramec: non va. Sul possesso successivo chiude la partita Ferrara con il sottomano di Pacher.

Alla Milwaukee Dinelli Arena vince la TopSecret, 57-64, grazie a un Pacher da 23 punti e 7 rimbalzi. Il top scorer della Tramec è James, 20 punti, seguito da Zilli (14) e Tomassini (10).

Ai microfoni dopo la partita ha parlato coach Mecacci: “Agonisticamente è stata una partita molto intensa tra due buone squadre, Ferrara è stata capace di trovare risorse anche quando alcuni giocatori chiave han fatto più fatica. I 40 punti concessi all’intervallo erano tanti, siamo riusciti a limitare meglio Pacher da centro nel secondo tempo e siamo tornati sotto; poi ci sono stati quei due possessi chiusi dalla tripla di Panni che han fatto la differenza. Siamo un gruppo, unico tra tutte le squadre di Serie A2, che non ha cambiato nulla in inverno e questa deve essere la nostra forza. Il nostro obiettivo continuano a essere i playoff.”

 

(c) Alberghini







 

Finalmente la data da circoletto rosso sul calendario è arrivata: alla Milwaukee Dinelli Arena, domenica 3 alle ore 18, si apre il sipario sul derby Tramec Cento-Top Secret Ferrara, in un palazzetto pronto a dare il Cento per Cento.

 

A livello puramente geografico, tra Cento e Ferrara ci sono meno di 30 chilometri: pochi. A livello sportivo, invece, la distanza è ben più ampia: dagli anni 80 è capitato spesso che le squadre delle due città, rivali, si affrontassero, nel calcio prima e nella pallacanestro poi. Domenica 3 aprile per centesi e ferraresi sarà una giornata speciale: alla Milwaukee Dinelli Arena andrà in scena il derby, alle 18, con la Tramec Cento che dovrà vendicare la sconfitta dell’andata contro la Top Secret Ferrara, in un’atmosfera da brividi con il ritorno alla piena capienza nei palazzetti.

 

Facciamo un tuffo nella storia di questa rivalità: siamo al derby numero 26, con lo storico che favorisce gli estensi, con sedici vittorie, mentre sono otto i successi della Benedetto XIV. In un caso, poi, il derby è finito in pareggio. Negli ultimi anni il bilancio in Serie A2 OldWildWest è equilibrato, con la squadra che giocava in casa che è sempre riuscita a prendersi i due punti.

 

Passando al momento attuale delle due squadre, la Tramec, nonostante la sconfitta a Scafati di domenica scorsa, è in un ottimo momento, con James che è di nuovo a pieno servizio e capitan Ranuzzi prossimo al rientro, oltre alle 8 vittorie nelle ultime 10 gare e l’ultima sconfitta interna risalente a fine gennaio. Stesso storico nelle ultime 10 anche per la Top Secret, che ha vinto contro Nardò settimana scorsa e sicuramente arriva in gran forma, nonostante l’assenza di Vildera e il forte dubbio che riguarda la disponibilità di Nicolò Filoni.

Allargando lo sguardo al di là della partita di domenica, entrambe le squadre, separate da soli due punti in classifica, hanno ambizioni in post-season, con il derby che può essere spartiacque cruciale nel cammino delle due formazioni, per la prima volta negli ultimi anni.

 

Ferrara punta molto sul suo attacco, il secondo del girone per punti per partita (80.8), trascinato da Demario Mayfield e AJ Pacher, rispettivamente 17,1 e 16,2 punti per allacciata di scarpe. Lo stesso Pacher è anche il miglior giocatore del girone per valutazione, mentre Mayfield è quinto in questa speciale classifica. All’andata il miglior marcatore della Top Secret invece fu Fabi, con 15 punti, proprio come Mayfield, con James che per la Tramec raggiunse a quota 23.

 

Protagonista annunciato è Yankiel Moreno, ex della partita e giocatore di Ferrara dal 2016 al 2018: “Con Ferrara ci siamo lasciati senza rancore, ma adesso gioco a Cento e penso solo a questi colori. Giocare questa partita da ex è ancora più stimolante e sicuramente è speciale, con un’atmosfera ancor più speciale del solito. Sono sicuro poi che con il ritorno al 100% il nostro pubblico sarà ancor di più un valore aggiunto. Sarà una partita fisica e tosta, in cui dovremo dare il massimo di noi stessi, restando concentrati e seguendo il piano partita del coach".

 

A proposito di atmosfera, come detto la partita di domenica segnerà, in un’occasione speciale per la Tramec, il ritorno della piena capienza della Milwaukee Dinelli Arena. I rappresentanti degli Old Lions si sono già fatti sentire: “E’ la partita delle partite per noi ed è bello che sia proprio in questa occasione che si ritorni al palazzo con il 100% della capienza”. “I ragazzi han fatto ottime cose in questo campionato e devono stare calmi e sereni, se dovessero perdere non cambierebbe nulla. Noi saremo lì, nel nostro palazzo. Mi auguro anche che in molti vengano da Ferrara [sono 200 i tifosi ospiti attesi, ndr], così potranno vedere un vero tifo da Serie A.” Insomma, campanilismo, orgoglio e goliardia, per quella che sarà una grande festa di sport.

 

Finalmente la data da circoletto rosso sul calendario è arrivata: alla Milwaukee Dinelli Arena, domenica 3 alle ore 18, si apre il sipario sul derby Tramec Cento-Top Secret Ferrara, in un palazzetto pronto a dare il Cento per Cento.

 

La società BENEDETTO XIV comunica visto l’enorme richiesta di biglietti e la coincidenza del temporale nella giornata di ieri, durante l’apertura della biglietteria alla Milwaukee Dinelli Arena che dalle ore 15.00 di oggi Sabato 02 Aprile sarà disponibile la vendita on line a questo link : https://www.ticketsms.it/event/2IneBrhO.

Inoltre nella giornata di domani Domenica 03 Aprile, oltre la possibilità di acquistare i biglietti nelle biglietterie ufficiale (Bar Uno Più e GoldBet) sarà aperta anche la biglietteria alla Milwaukee Dinelli Arena dalle 10.00 -12.00 e dalle 15.00 alle 17.30, per limitare il più possibile le file nei vari point.

Alle ore 14.00 di sabato sono disponibili ancora circa 500 biglietti.

 

immagine di repertorio

 

SUGGERITO PER TE

In via dei Tigli si andrà ai 30 km/h

Fonte foto: Google Maps Con Ordinanza del Dirigente N°. 291 del 12/07/2024 è stato stabilito che a Cento in "Via Tigli civico 4 – 6 son...